Il Respiro di Poveglia

IL RESPIRO DI POVEGLIA


Fotografie di Beatrice Mancini

Fotografie di Beatrice Mancini

Una piccola barca avanza, lenta, nella nebbia. Verso un destino. Da Malamocco, dove la vita ha trovato una sua strada, attraversando il canal Orfano, verso l’isola di Poveglia. Già dal canale, in fondo, quel destino è l’assenza. Chiamato così per il numero dei soldati che ci hanno perso la vita nella guerra tra i Veneziani e i Franchi di Pipino d’Italia, è come un annuncio della vita che lascia i luoghi, abitandoli di ricordi, di immagini, di spazi vuoti. Dove la memoria, come l’acqua, come la nebbia, occupa lo spazio che si ritrova vuoto. Poveglia è stata un sanatorio, una base militare, un luogo di confino politico, un lazzaretto. Per altri è stato un luogo doloroso, perché qualcuno ci ha sofferto, fino al punto di togliersi la vita. O almeno così si dice. Per altri è stato un sogno di business, naufragato nelle suggestioni. Per altri è abitato da fantasmi. Per voi sarà un viaggio, tra storia e immaginazione, tra vite di passaggio. La nebbia rende incerti i confini, ed è bello perdersi cercando vite che non sono le nostre. Per capire, una volta trovate, quanto ci raccontano di noi.


La mostra

  • Un fotografo professionista
  • 5 anni di lavoro in Andalusia
  • la magia dei cavalli
la mostra rimane aperta dal lmartedì al sabato dalle ore 16:30 alle 19:30. Per visite in diversi orari o per qualsiasi ulteriore informazione siete pregati di contattare la galleria